Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Libia, bloccato gasdotto Noc a Sidi el-Sayeh
15/04/2020 - Pubblicato in news internazionali

Bloccato giovedì un gasdotto della Noc che fornisce ogni giorno circa 200 milioni di piedi cubi di gas (5.663.369 mc) ai cementifici e alle centrali elettriche di el-Khoms e Misurata, causando carenze nelle forniture di elettricità nella regione occidentale. Il gasdotto è stato chiuso alla valvola LVS-5 nella regione di Sidi el-Sayeh. Lo ha precisato in un comunicato la Noc di Tripoli condannando l'atto di “alcuni libici” che hanno deciso di approfittare della situazione della lotta contro il Coronavirus per privare la capitale di elettricità. Noc e la sua controllata Brega Petroleum Marketing Company (BPMC) stanno ora indirizzando il diesel importato verso le centrali elettriche che possono utilizzare combustibili liquidi. Tuttavia, ciò aumenterà i costi e eserciterà ulteriore pressione sui budget ridotti, a causa della continua interruzione delle raffinerie locali a seguito dei blocchi petroliferi nel paese. “Ciò esercita una maggiore pressione sul Noc – ha precisato il presidente Noc Mustafa Sanalla - per importare grandi quantità di carburante, il che è particolarmente difficile a causa delle nuove restrizioni messe in atto per fermare la diffusione della malattia. Questa chiusura criminale e disumana deve finire immediatamente senza indugio".

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]

Nell’Oil&Gas l’imperativo è cambiare pelle

Non ci sono soltanto le società americane dello shale oil ad accusare il colpo della crisi, basti pensare alle svalutazioni anticipate da BP, che potrebbero raggiungere 19,5 miliardi nel secondo trimestre
[leggi tutto…]

Energia, Patuanelli e Confindustria <<Avanti investimenti e taglio costi>>

Un impulso alla transizione energetica. Con il via libera da parte del Governo a misure che potranno ridurre il nostro gap di costi nei confronti degli altri paesi, a cominciare dai settori gasivori.
[leggi tutto…]