Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Jindal: noi garanti di italianità. Ilva fra 3 anni con 10 mila posti
31/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

La cordata AcciaItalia, in corsa per l’acquisizione dell’Ilva, si differenzia dalla concorrente Am Investco per l’italianità dei suoi componenti. Sajjan Jindal, presidente di Jindal South West, ha fatto sapere che: “la presenza accanto a noi in AcciaItalia di Cassa depositi e prestiti, di Arvedi e della Delfin di Leonardo Del Vecchio, è una garanzia» e promette che «fra tre anni nello stabilimento di Taranto torneremo sopra i 10 mila addetti e riporteremo clienti importanti. Ma l’obiettivo principale è ridare il sorriso ai tarantini, inquinando meno con il gas. Perché non è affatto vero che produrre acciaio con il gas costa di più». Sulla produzione AcciaItalia ha già svelato gli obiettivi, ovvero 6 milioni di tonnellate di acciaio con le tecnologie tradizionali a carbone e 4 con il forno elettrico a gas con carica di preridotto. La sfida principale, a Taranto, è inquinare meno e mantenere l’occupazione, massimizzando la produzione con le migliori tecnologie, gas compreso.

Fonte: Corriere della Sera – Michelangelo Borrillo (pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Russia e Ucraina riaprono la partita delle forniture di gas

E’ in procinto di scadere il contratto decennale che regola il transito di gas russo attraverso l’Ucraina e l’UE
[leggi tutto…]

Snam cerca lo sbarco negli Usa. Nel mirino c’è il gasdotto Rover

Dopo il consolidamento in Europa e l’approdo in Cina, Snam accende un faro sugli USA dove la domanda di gas crescerà al ritmo del 2% annuo da qui al 2030
[leggi tutto…]

Con le navi del metano l’Italia darà più gas

Il gas sarà il combustibile di transizione verso un sistema energetico più pulito e il gas naturale liquefatto (gnl) è destinato a superare le forniture via gasdotto
[leggi tutto…]