Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Italia, tagliata fuori dalle rotte del gas, perde la partita
24/03/2019 - Pubblicato in news nazionali

L’Italia sembra aver già perso l’opportunità di diventare hub del gas. La questione Tap, ricevuto il benestare del Governo gialloverde, porterà alla conclusione dell’opera ma non basterà a trasformare la penisola in un importante crocevia delle rotte energetiche. Intanto in Europa si stanno giocando altre partite da cui siamo già stati tagliati fuori: dal raddoppio del Nord Stream, al gasdotto Turkstream fino alle infrastrutture per l’esportazione del gas nel Mar Mediterraneo Orientale. La Germania invece, risulta essere la vincitrice. Le politiche di Berlino rischiano di costarci già da quest’ano un aggravio di mezzo miliardo di euro sulla bolletta energetica. La partita nel Mediterraneo Orientale è forse l’unica in cui l’Italia ha ancora la possibilità di farsi valere, anche solo per il ruolo ricoperto da Eni nell’area dopo la scoperta del supergiacimento Zohr in Egitto. Tuttavia, anche dal progetto EastMed, il nostro Paese si sta defilando.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag.9)

 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]