Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Italia “Ora gas e greggio ci sono. Prendiamoli”
05/12/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

La tendenza è mondiale e la convivenza tra fonti green e quelle fossili è destinata a durare a lungo. Se nel 2030 il 21% del fabbisogno sarà prodotto da energia pulita, come predicono le stime dell’International Renewable Energy agency, il restante 79% sarà ancora prodotto con fonti tradizionali. La questione non è solo legata alla consapevolezza ecologica dei Paesi ma anche alla sicurezza energetica: l’opportunità che lo sviluppo possa passare attraverso la possibilità di avere energia a buon mercato nel rispetto dell’ambiente e senza interruzioni. Un tema al centro di uno studio condotto da Aspen Institute Italia, con il contributo di Shell Italia. E’ la fotografia della situazione attuale a mettere in luce i nodi ancora da sciogliere, con l’Europa che importa il 30% di energia e il 60% del mix energetico si basa sugli idrocarburi. E per l’Italia l’importazione di energia è ancora più alta, raggiungendo il 90% del gas e del petrolio utilizzato. Ora il governo sta lavorando alla nuova strategia energetica nazionale (Sen) e il ministro Calenda ha dichiarato più volte che si tratta di una priorità assoluta.

Fonte: Corriere della Sera, Corriere Economia – Francesca Basso (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, col rally dei prezzi olandesi l'Italia esporta (poco: 6 mln mc)

Con la corsa delle quotazioni del gas al Ttf olandese, che come già visto hanno superato in ottobre quelle italiane per diversi giorni, si sono visti anche piccoli quantitativi di gas esportati dall'Italia in direzione del Nord Europa
[leggi tutto…]

Aggiornamento legislativo 10-16 ottobre 2020

Monitoraggio legislativo
[leggi tutto…]

La Russia rilancia la proposta di una Opec del gas

Un’Opec anche per il gas, che consente ai grandi produttori di coordinarsi per tagliare l’offerta e sostenere i prezzi.
[leggi tutto…]