Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Italia a tutto gas, passando da Rovigo
08/05/2017 - Pubblicato in news nazionali

Aumentano in Italia i consumi di gas naturale: nel 2016 sono stati di 70,5 miliardi di metri cubi, un rialzo del 14,5% rispetto al 2014. E’ aumentata l’importazione del 6,7% mentre continua il trend discendente della produzione nazionale che copre solo l’8% del fabbisogno nazionale. A spingere i consumi di gas sono soprattutto le grandi industrie e l’alimentazione delle centrali termoelettriche. In questo scenario assumono sempre più importanza i rigassificatori necessari per diversificare le fonti di approvvigionamento che hanno importato l’anno scorso il 9% del fabbisogno di gas italiano. In particolare di questa quota, l’8,5% spetta al terminale Adriatic Lng di Rovigo, struttura offshore inaugurata nel 2009 al largo delle coste venete. Superando la necessità di un collegamento diretto tramite gasdotto con i luoghi di produzione, il rigassificatore consente oggi all'Italia di importare gas soprattutto dal Qatar. La presenza di Adriatic Lng rappresenta anche un’opportunità di sviluppo per la Regione, giacché sono stati investiti 250 milioni di euro in contratti con 60 compagnie del Veneto.

Fonte: Corriere della sera – Corriere Economia - Lucio Torri (pag. 53)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]