Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Italia esempio nel settore gas”
14/11/2017 - Pubblicato in news nazionali

Una «sinergia naturale», ma anche una «reciproca dipendenza». Elena Burmistrova, ceo di Gazprom Export, usa queste parole per descrivere la relazione Russia-Europa sul mercato del gas: una relazione avviata cinquant’anni fa e che secondo la manager, ospite a Milano della European Autumn Gas Conference (Eagc), proseguirà con «altri decenni di cooperazione» grazie a vicinanza geografica, presenza di infrastrutture di trasporto e «condizioni di prezzo attraenti». Burmistrova attira l’attenzione sui volumi record con cui Mosca sta rifornendo il Vecchio continente (la previsione è raggiungere 185-190 miliardi di metri cubi nel 2017) e in un’intervista in esclusiva al Sole 24 Ore respinge l’ipotesi che il gas russo possa essere spiazzato dalla concorrenza dello shale gas americano o da ostacoli di natura politica. La Commissione europea pochi giorni fa ha proposto di estendere la Direttiva gas a qualsiasi gasdotto che raggiunga la Ue: una nuova difficoltà per Nord Stream 2, che si aggiunge all’ultimo round di sanzioni Usa contro la Russia e alla possibilità che la Danimarca imponga di ridisegnare la rotta del gasdotto che raggiungerà la Germania passando dal Mar Baltico.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]