Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Italia-Cina, domani intese per Eni e Snam
23/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

"Con Bank of China sarà firmato nella giornata di sabato 23 marzo, un Memorandum of Understanding che rafforza la collaborazione su vari strumenti finanziari tra Eni e Bank of China". È quanto ha dichiarato Lapo Pistelli, executive vice president direttore relazioni internazionali Eni, nel corso di un panel al Business forum Italia-Cina organizzato dall'Agenzia Ice. Anche Snam "firmerà un'intesa a supporto di iniziative congiunte che riguardano sia l'Italia, sia la Cina che paesi terzi", ha affermato nella stessa occasione il direttore finanziario di Snam, Alessandra Pasini. Eni opera in Cina nei tre segmenti di attività: nell'upstream, nel midstream dove si registra una grande crescita del mercato con la vendita di lng. Eni ha una serie di contratti sia statali che privati e spariamo di aumentare la nostra attività in questo segmento di business. Con Cnpc, ha evidenziato, "collaboriamo a Kashagan dal 2013, uno dei progetti più sfidanti per l'industria petrolifera mondiale. Nello stesso anno abbiamo cominciato a collaborare in Mozambico, dove abbiamo realizzato una delle maggiori scoperte a gas degli ultimi 30 anni. Per finanziare questo progetto è nata la collaborazione con Bank of China con cui domani sigleremo l'intesa". China National Offshore Oil Corporation ha confermato che sta negoziando molti altri progetti con Eni, già partner in diversi contratti in Cina.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]