Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Italgas dovrà crescere a colpi di concessioni
26/10/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

Dopo la presentazione di lunedì 24, analisti al lavoro su Italgas che si appresta al ritorno in borsa dopo 13 anni di assenza attraverso un’operazione di spin off della controllante Snam. Kepler Cheuvreux (target price a 4,5 euro) stima per quest’anno ricavi per 1,406 miliardi, ebitda di 651 milioni con un margine al 62,3%, una leva finanziaria con un ebit/rab al 6,5% e un debito netto di 3,738 miliardi. La società prevede di riservare 1,3 miliardi a nuove acquisizioni e destinare 0,9 miliardi di euro al rinnovo delle concessioni, con effetti visibili dopo il 2020. La realizzazione degli obiettivi consentirebbe all’azienda di portare la quota di mercato dal 30 al 40% prospettando, secondo Equita, una rab (regulatory asset base) a 7,2 miliardi al 2021, con cagr del 4,7%. Quanto ai dividendi, si attendono maggiori dettagli tra sei mesi ma Italgas prevede per quest’anno una distribuzione di 0,2 euro per azione, con una crescita a bassa singola cifra nel prossimo biennio. Equita si è definita «conservativa» sulle stime su Italgas e ha prospettato per l’azionista Snam (prezzo obiettivo a 5,3 euro) una crescita del dividendo 2017-2018 di poco superiore al 2,1% stimato.

Fonte: MF – Nicola Carosielli (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]