Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Iran nicchia ma il greggio sale
18/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Va sottolineato pero' che il ministro del Petrolio di Teheran, Bijan Zanganeh, ha espresso il suo sostegno all'iniziativa senza specificare se intende frenare l'aumento della produzione nazionale pianificato in seguito al ritiro delle sanzioni occidentali. Il light crude Wti di New York avanza di 1,46 dollari a 30,50 dollari al barile, il Brent di Londra sale di 1,87 dollari a 34,05 dollari al barile.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Terna, piano da 6,2 miliardi per potenziare la rete

Con la rotta puntata sulla rete elettrica nazionale, chiamata a supportare il ruolo dominante nella transizione energetica, Terna è pronta a investire 6,2 miliardi nei prossimi cinque anni per accompagnare l’infrastruttura lungo la strada del
[leggi tutto…]

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]