Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Iran nicchia ma il greggio sale
18/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Va sottolineato pero' che il ministro del Petrolio di Teheran, Bijan Zanganeh, ha espresso il suo sostegno all'iniziativa senza specificare se intende frenare l'aumento della produzione nazionale pianificato in seguito al ritiro delle sanzioni occidentali. Il light crude Wti di New York avanza di 1,46 dollari a 30,50 dollari al barile, il Brent di Londra sale di 1,87 dollari a 34,05 dollari al barile.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gasdotto Italia-Malta, al via consultazione transfrontaliera

Il ministero dell'Ambiente ha avviato nei giorni scorsi la consultazione pubblica transfrontaliera sul progetto di gasdotto di interconnessione tra Italia e Malta, una pipeline da 1,2 miliardi di mc all'anno per una lunghezza di 159 km tra Delim
[leggi tutto…]

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]