Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Iran si autofinanzia per Eni&C
10/06/2016 - Pubblicato in news internazionali

Shell ha rotto gli indugi, prima fra le oil company europee a tornare in affari con Teheran. Le altre considerate in pole position come Eni e Total, invece ancora nicchiano. Il problema è da ricondurre anche al fatto che gli Stati Uniti hanno rimosso solo parzialmente l’embargo e continuano a tenere congelati i conti esteri iraniani, impedendo o rallentando la firma di accordi definitivi. Anche per questo Nioc, la compagnia nazionale iraniana, ha deciso di riprovare a finanziarsi sul mercato. Sono proventi che si aggiungeranno agli incassi delle vendite di petrolio, visto che già da febbraio l’Iran ha ripreso a fornire anche l’Europa, con un afflusso giornaliero di 400 mila barili.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]