Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Intese con i produttori e sconti alle aziende per tagliare le bollette
20/08/2016 - Pubblicato in news nazionali

Tagliare la bolletta alle imprese che consumano grandi quantità di energia e rivedere tutto il mercato della produzione di elettricità anche per superare il paradosso che vede l’Italia produrre più energia di quella che consuma senza riuscire a venderla all’estero: sono questi i due cardini su cui si muove un provvedimento allo studio del Ministero dello Sviluppo economico e che verrà presentato alla fine dell’estate. L’intervento riguarderà tutto il sistema delle imprese energivore, prendendo in considerazione non solo la quantità di energia consumata ma anche l’incidenza del costo della bolletta sul fatturato. Con riferimento alla questione del “capacity payment”, il Mise ha lavorato a un provvedimento che dovrebbe portare a contratti di lungo periodo per la fornitura di determinate quantità di elettricità: in questo modo le utility sapranno quanto lavoreranno le loro centrali e si potrà varare un piano per la riduzione della capacità in eccesso.

Fonte: La Repubblica – Luca Pagni (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]