Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Intervista a Marco Alverà (Ad di Snam): “Occasione storica l’Europa acceleri”
05/11/2020 - Pubblicato in news nazionali

Il crollo dei prezzi delle rinnovabili e degli elettrolizzatori ha portato l’idrogeno a costare solo due volte il petrolio. In questa intervista a Marco Alverà, ad di Snam, si tratteggia quali sono i benefici e quali i problemi ancora da superare per arrivare all’obiettivo del 25% di domanda di energia soddisfatta proprio dall’uso di idrogeno, senza emissioni di Co2. L’Europa – spiega Alverà – ha capito che deve controllare tutta la filiera per non ripetere l’errore commesso con il fotovoltaico, in quanto, di fatto, ha arricchito i produttori di pannelli cinesi. Ora con la tecnologia dell’idrogeno “abbiamo la possibilità di creare una filiera importante se i grandi gruppi del settore faranno la loro parte, com’è avvenute nell’aeronautica per Airbus o avviene sulle batterie o sul cloud per la creazione di un network europeo”. L’idrogeno grigio va abolito, è un mercato facile da aggredire subito. In attesa dell’idrogeno “verde” interamente prodotto da rinnovabili, l’idrogeno grigio va sostituito con quello blu, utilizzando gas unito alla tecnologia per la cattura della Co2. Già avviene dove il costo del gas è molto basso. Per favorire il passaggio alle rinnovabili fotovoltaiche l’Europa ha destinato 65 miliardi di sussidi per 15 anni. Per favorire il passaggio all’idrogeno servirà molto meno. I fondi europei del Recovery Fund avranno lo stesso scopo. Gli esperti prevedono che per dimezzare i prezzi degli elettrolizzatori occorrono ulteriori impianti per 50 gigawatt. Se una raffineria ora usa idrogeno grigio, con un sussidio passa all’idrogeno blu e domani al verde, ma intanto si porta dietro una quota di gigawatt. Gli usi più probabili dell’idrogeno saranno moltepòlici e differenziati anche per aree geografiche. Sostituirà il metano nel riscaldamento, per le attività industriali energivore, nei trasporti di lunga distanza. Il vero nemico allo sviluppo dell’idrogeno- conclude Alverà – potrebbe essere l’inerzia dei decisori, se non capiranno che siamo di fronte a una sfida storica”.

Fonte: La Repubblica, Green&Blue – Luca Pagni (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas Intensive, "la battaglia sullo spread di prezzo è alla fase decisiva"

Intervista a Paolo Culicchi, voce storica dell'industria manifatturiera e energy intensive italiana e presidente del consorzio dei grandi consumatori di gas Gas Intensive
[leggi tutto…]

L’industria del gas taglia le emissioni di metano

La direzione è stata messa nero su bianco nella Strategia Ue presentata a ottobre che fissala road map per ridurre le emissioni di metano sia nel Vecchio Continente che a livello internazionale
[leggi tutto…]

Il Tap è operativo: in Italia è giunto il primo gas azero

Il gasdotto Tap è finito. E non solo, ha cominciato a funzionare. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la società, raccontando di aver avviato le operazioni commerciali
[leggi tutto…]