Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Industrie a basso impatto le quotazioni salgono vince il sistema low carbon
02/10/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A partire dal 2014 alcuni studi accademici hanno rivelato che le società che vantano un basso impatto ambientano hanno performance migliori e una minora volatilità rispetto a quello che non hanno cambiato le proprie politiche energetiche. E questo non avviene solo nell’oil&gas ma in ogni settore produttivo. Le ragioni di queste performance non vanno però cercate nel campo dell’etica, alle cui sirene Wall Street non è mai stata particolarmente sensibile, ma guardando alle prospettive dei costi. Analizzando la differenza di andamento fra i portafogli “low” e “high carbon” si giunge alla conclusione che i mercati stiano scontando un prezzo del carbone nell’ordine di circa 100 dollari a tonnellata, circa 10 dollari in più rispetto alle quotazioni attuali. Questo significa che gli operatori finanziari si attendono l’introduzione di una maggiore tassazione o la creazione di un vero mercato per i diritti di emissione.

Fonte: La Repubblica, Affari&finanza – Marco Frojo (pag. 60)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]