Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggio, estrazioni da primato per la Russia
03/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

La Russia nel 2017 ha visto la propria produzione petrolifera salire a quota 10,98 milioni di barili al giorno (mbg) lo 0,1% in rispetto all’anno precedente. Si tratta del massimo dai tempi del collasso dell’Unione Sovietica. Il leggerissimo aumento assume un rilievo diverso alla luce dell’adesione del Paese al programma Opec per ridurre le estrazioni, favorire il riassorbimento delle scorte a livello mondiale e sostenere la ripresa dei prezzi. Il record russo è stato stabilito grazie agli incrementi produttivi realizzati prima della ratifica del primo accordo sui tagli Opec: infatti l’output russo nell’ottobre 2016 viaggiava al ritmo di 11,23 mbg. Successivamente il paese decise di ridurre l estrazioni di 300 mila bg.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – B. Ce. (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]