Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggio, estrazioni da primato per la Russia
03/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

La Russia nel 2017 ha visto la propria produzione petrolifera salire a quota 10,98 milioni di barili al giorno (mbg) lo 0,1% in rispetto all’anno precedente. Si tratta del massimo dai tempi del collasso dell’Unione Sovietica. Il leggerissimo aumento assume un rilievo diverso alla luce dell’adesione del Paese al programma Opec per ridurre le estrazioni, favorire il riassorbimento delle scorte a livello mondiale e sostenere la ripresa dei prezzi. Il record russo è stato stabilito grazie agli incrementi produttivi realizzati prima della ratifica del primo accordo sui tagli Opec: infatti l’output russo nell’ottobre 2016 viaggiava al ritmo di 11,23 mbg. Successivamente il paese decise di ridurre l estrazioni di 300 mila bg.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – B. Ce. (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]