Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggio a 30 dollari, -10% in due giorni
03/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Dall’estate 2014 le quotazioni del petrolio sono diminuite di oltre il 70%, fino ad un minimo di 27 dollari al barile in gennaio. Nelle ultime due sedute il barile ha perso circa il 10% e ieri il Wti è tornato a testare la soglia dei 30 dollari, un livello insostenibile per qualsiasi compagnia, nonostante i pesanti sacrifici già sostenuti in termini di riduzione dei costi e degli investimenti: si stima che nel mondo siano già stati cancellati quasi 400 miliardi di dollari e che i licenziamenti nel settore siano già più di 250mila.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]