Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggi e prodotti in calo. Si ferma la corsa dei prezzi d'acquisto
03/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

Greggi e prodotti petroliferi in calo sui circuiti elettronici internazionali. Il Wti di settembre ha lasciato quota 50 $ con un ribasso di 1,01 $ a 49,16 $/b. Il Brent di ottobre (subentrato al contratto di settembre) ha perso 0,94 $ portandosi a 51,78 $/b. Sono pesate le indiscrezioni di Bloomberg sull'incapacità dell'Opec di tenere a bada la produzione che a luglio sarebbe salita a quota 32,9 milioni di barili al giorno, più delle stime, con un aumento di 210mila barili al giorno. Sul Brent ha influito negativamente il fermo per 15 giorni della raffineria olandese di Pernis da 400mila b/g della Shell. Da registrare l'impennata del cambio euro/dollaro nelle indicative della Bce. Sul mercato interno, dopo 5 aumenti consecutivi, domani mattina la benzina scenderà di 3 euro per mille litri, i gasoli e il denso Btz di 7. Sul Cif Med del 1° agosto, convertito in euro al cambio di 1,1812 dollari, la benzina si è attestata a 351,39 euro per mille litri, il diesel 10ppm a 351,61, il gasolio 0,1 a 338,19 e il denso Btz a 255,46 euro per mille chili.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]