Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Green Network nella short list per Gas Natural
20/07/2017 - Pubblicato in news internazionali

Una delle direttrici dello sviluppo di Green Network e' sicuramente l'attivita' di M&A e una delle occasioni piu' ghiotte non puo' non essere quello che dovrebbe rivelarsi il deal energetico del 2017: la vendita degli asset di Gas Natural. Con la scadenza dei termini per le offerte non vincolanti gli spagnoli insieme all'advisor Rothschild, hanno definito la short list dei canditati e tra gli ammessi alla data room figura senza dubbio Green Network. La conferma arriva direttamente dall'ad del gruppo, Giovanni Barberis, che ha dichiarato che l'azienda "offrira' a fine settembre un'offerta ragionevole, impegnandosi formalmente a mantenere la societa' nell'attuale sede di Bari" e a mantenere non solo il livello attuale dell'occupazione per dare un supporto al territorio, "dove siamo gia' presenti a Taranto come fornitori di Ilva", ma anche ad aumentare gli occupati nell'indotto. Il raggiungimento dell’obiettivo potrebbe portare al gruppo un pacchetto di 400 mila clienti che consentirebbero all’azienda di offrire, insieme al gas, anche la fornitura di luce.

Fonte: MF – Nicola Carosielli (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]