Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”
10/12/2019 - Pubblicato in news nazionali

“Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paesi”. Giuseppe Pasini è presidente del Gruppo tecnico energia di Confindustria. Nell’ultima riunione del Gruppo, la scorsa settimana, sono stati affrontati sia i problemi più urgenti, sia lo scenario a più lungo termine, anche alla luce dei nuovi obiettivi indicati dalla Commissione europea appena insediata. “La Commissione si è posta un traguardo ancora più ambizioso rispetto a quello precedente, ridurre le emissioni al 50-55% entro il 2030. Raggiungibile, ma con condizioni diverse per le imprese rispetto a quelle attuali”, continua Pasini. Che lancia un messaggio al governo, in particolare al Ministro dello sviluppo economico Patuanelli: “Il Ministro in persona ha la delega per le materie energetiche. Occorre riaprire il tavolo con le imprese. Se non si affronta in modo appropriato la questione energetica il nostro manifatturiero è in pericolo. Rischiamo la delocalizzazione o peggio una deindustrializzazione dell’Italia”. Sulle misure più urgenti da attuare, Paini evidenzia che “per il gas naturale riteniamo che sia necessario e non più rinviabile il provvedimento per ridurre gli oneri parafiscali applicabili alla bolletta dei grandi consumatori, come previsto dalla legge 167 del 2017.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Giuseppe Pasini (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]