Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gnl, cosa cambia con Eni in campo
23/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,legislativa,news nazionali

Per il settore del Gnl è sicuramente una grande notizia la decisione di Eni di realizzare un polo del gas liquido a Gela. Sia perché, in generale, sancisce una volta di più l'ingresso in forze di un colosso – il secondo dopo la discesa in campo di Edison – che può dare maggiore certezza alle prospettive di sviluppo del settore. Sia perché, in particolare, si tratta del primo grande progetto in materia nel Mezzogiorno. Il polo di Gela sarebbe il tassello mancante al progetto della società di navigazione Caronte & Tourist, che lo scorso anno ha ordinato due traghetti a Gnl per la tratta Reggio-Messina. Il punto di approvvigionamento sarebbe importante anche per la distribuzione stradale nel Mezzogiorno, oggi totalmente assente, e andrebbe ad affiancarsi agli incentivi alla realizzazione di punti vendita nel Sud che, con tutta probabilità, saranno introdotti con il recepimento della direttiva Dafi.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’industria del gas taglia le emissioni di metano

La direzione è stata messa nero su bianco nella Strategia Ue presentata a ottobre che fissala road map per ridurre le emissioni di metano sia nel Vecchio Continente che a livello internazionale
[leggi tutto…]

Il Tap è operativo: in Italia è giunto il primo gas azero

Il gasdotto Tap è finito. E non solo, ha cominciato a funzionare. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la società, raccontando di aver avviato le operazioni commerciali
[leggi tutto…]

Tariffe trasporto gas, Acer valuta un tetto ai moltiplicatori

L'Acer ha avviato una consultazione sulla revisione dei criteri di formazione delle tariffe del gas per la capacità a breve termine
[leggi tutto…]