Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gnl, cosa cambia con Eni in campo
23/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,legislativa,news nazionali

Per il settore del Gnl è sicuramente una grande notizia la decisione di Eni di realizzare un polo del gas liquido a Gela. Sia perché, in generale, sancisce una volta di più l'ingresso in forze di un colosso – il secondo dopo la discesa in campo di Edison – che può dare maggiore certezza alle prospettive di sviluppo del settore. Sia perché, in particolare, si tratta del primo grande progetto in materia nel Mezzogiorno. Il polo di Gela sarebbe il tassello mancante al progetto della società di navigazione Caronte & Tourist, che lo scorso anno ha ordinato due traghetti a Gnl per la tratta Reggio-Messina. Il punto di approvvigionamento sarebbe importante anche per la distribuzione stradale nel Mezzogiorno, oggi totalmente assente, e andrebbe ad affiancarsi agli incentivi alla realizzazione di punti vendita nel Sud che, con tutta probabilità, saranno introdotti con il recepimento della direttiva Dafi.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Non solo Tap: il gas dell’Est all’assalto della Puglia

Non si è ancora sopita la polemica contro il Tap, che già si profilano altri gasdotti in Puglia.
[leggi tutto…]

Sanzioni Iran, “gli Stati Uniti non concederanno ulteriori deroghe”

Il rappresentate speciale per l’Iran del Dipartimento di Stato Usa ha annunciato che la Casa Bianca non concederà più alcun tipo di deroga alle sanzioni sui traffici petroliferi della Repubblica Islamica.
[leggi tutto…]

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]