Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gazprom mette all’asta il gas
04/08/2015 - Pubblicato in news internazionali

Gazprom a settembre metterà all'asta 3,2 miliardi di metri cubi di gas: una mossa inedita per il gruppo, che finora - almeno ufficialmente - ha sempre utilizzato contratti di fornitura pluriennali, che vincolano a pagare un volume minimo di gas anche quando non viene ritirato. Le aste, che riguardano gas consegnabile in Germania tra ottobre e marzo, non sostituiscono i tradizionali canali di vendita, sottolinea Gazprom Export, responsabile della commercializzazione all'estero: «Affrontiamo la sfida di un mercato dell'energia meccanismo di vendite, che diventerà uno strumento addizionale ma non alternativo al sistema dei contratti di lungo termine, che garantiscono sicurezza energetica all'Europa». La spiegazione più immediata della svolta è di tipo economico. I contratti di Gazprom prezzano il gas in base a formule indicizzate a prodotti petroliferi (anche se di recente sono stati introdotti elementi correttivi, compreso talvolta un riferimento ai prezzi spot del gas). Il crollo del petrolio è stato devastante per il gruppo russo, già in difficoltà al punto che la sua produzione rischia di scendere al minimo storico. 

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & mercati 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]