Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gasolio dell’Isis venduto in Italia
19/10/2017 - Pubblicato in news nazionali

È stato stroncato un contrabbando di gasolio che dalla Libia portava il carburante fino a stazioni di servizio italiana e che probabilmente era gestito da affiliati all’Isis. Così ritiene il Procuratore della Repubblica di Catania Zuccaro, già noto per le sue indagini sulle Ong pro-migranti. La cosiddetta operazione ‘dirty oil’ con cui la Guardia di Finanza ha concluso un anno di indagini arrestando sei persone, e spiccando mandati contro tre latitanti è tornata in auge. L’organizzazione cui si fa riferimento trafugava il gasolio dalla raffineria libica di Zawyia, 40 km a ovest di Tripoli, imbarcandolo su natanti che lo trasportavano in Sicilia per conto della società Maxcom Bunker. Poi il carburante veniva smerciato a distributori compiacenti in Italia, Francia e Spagna.

Fonte: Libero – Mirko Molteni (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]

Non solo Tap: il gas dell’Est all’assalto della Puglia

Non si è ancora sopita la polemica contro il Tap, che già si profilano altri gasdotti in Puglia.
[leggi tutto…]