Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per il gasdotto Tap si muovono altre banche
04/07/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Oggi sarà un giorno cruciale per i finanziamenti al gasdotto Tap-Trans Adriatic Pipeline. Si riunirà il board della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers), chiamato a deliberare un prestito di almeno 500 milioni di euro al progetto portata avanti da Snam, Bp, Socar, Fluxys, Enagàs e Axpo. A meno di sorprese dovrebbe arrivare il via libera. A favore del finanziamento depone anche il fatto che già la Bai a febbraio ha approvato un prestito di 1,5 miliardi per il Tap. In questi giorni, inoltre, la Banca mondiale si è mossa a favore del Tanap, il gasdotto transanatolico, che rientra nel cosiddetto Corridoio Sud per il trasporto di gas in alternativa al percorso Russia-Ucraina, con un prestito sindacato di 750 milioni di dollari. Anche il Tanap pesca dai giacimenti azeri di Shah Deniz e si unisce al tracciato del Tap al confine turco-greco.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]