Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gasdotto nel mirino dell'Isis (e dei rapitori)
09/03/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A Mellitah, luogo della vicenda, sulla costa libica, vi è il complesso dell’Eni e il gasdotto Greenstream, il più lungo gasdotto del Mediterraneo che fornisce gas fino a Gela, direttamente dalla Libia. Il gasdotto, costruito dalla Saipem è lungo 520 km. E’ vitale per l’Italia e per l’Europa. Farlo saltare sarebbe per l’Isis un attentato dagli effetti superiori a quelli dell’attentato di Parigi.

(Fonte: Il Giornale)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]

Non solo rinnovabili. La lezione da imparare per ripartire “verdi”

“E’ presto per calcolare gli impatti a lungo termine, ma l’industria dell’energia che uscirà da questa crisi sarà molto diversa da quella che conoscevamo”
[leggi tutto…]