Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gasdotti Italia a Macquarie, via libera definitivo
23/09/2016 - Pubblicato in news nazionali

Si è concluso il passaggio di Società Gasdotti Italia da Eiser Infrastructure Partners a Sole Bidco, controllata di Macquarie e Swiss Life Asset Managers. SGI detiene e gestisce una rete integrata di gasdotti per gas naturale ad alta pressione per una lunghezza di circa 1.500 km (oltre il 4% della rete italiana). L'accordo preliminare sottoscritto all'inizio dell'anno era subordinato all'autorizzazione europea antitrust e dalle procedure "golden power" del Governo italiano – condizioni entrambe soddisfatte. Commentando l'accordo, Hans Meissner, managing partner di Eiser, ha dichiarato: “Siamo lieti di aver concluso la vendita e confidiamo nel fatto che i nuovi titolari proseguiranno una gestione stabile di questa importante attività infrastrutturale per l'Italia. Eiser ritiene che SGI resti una società gestita in modo eccellente con una forte posizione sul mercato italiano. Eiser, alla fine del 2015, ha ritenuto che le condizioni di credito favorevoli, combinate alla scarsità di questo tipo di opportunità d'investimento, rappresentassero un momento favorevole per una cessione di SGI, in particolare per gli investitori nell'Eiser Global Infrastructure Fund”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]