Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, stoccaggio da un miliardo
29/01/2016 - Pubblicato in stoccaggi

Ital Gas Storage, operatore indipendente nel settore degli stoccaggi di gas naturale in Italia, annuncia il closing del contratto di finanziamento con un pool di banche internazionali destinato alla creazione di un nuovo sito di stoccaggio gas in Italia, a Cornegliano Laudense, in provincia di Lodi. Il finanziamento supera il miliardo di euro; per la precisione 1.056,4 milioni. Il progetto della Ital Gas Storage prevede la conversione di un giacimento esaurito di gas naturale in impianto di stoccaggio gas. Si tratta, spiega una nota della società, di una delle più importanti infrastrutture energetiche del Paese e la prima che verrà realizzata in gran parte con capitali internazionali da parte di un operatore indipendente. Ital Gas Storage è controllata da una società che fa capo a Morgan Stanley Infrastructure Inc. e da Whysol Investments, operatore di investimento indipendente specializzato in infrastrutture greenfield. La realizzazione dell'impianto di stoccaggio di Cornegliano Laudense è stata affidata a Saipem e Schlumberger, gruppi leader del settore che utilizzeranno tecnologie consolidate negli anni, in ottemperanza a tutte le stringenti normative di sicurezza applicabili. L'impianto ha grandi similitudini con altri siti di stoccaggio del gas già funzionanti da molti anni nella Pianura Padana.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa & territori – Marco Morino (pag.12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]