Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas Natural, ecco la short list per gli asset italiani
05/07/2017 - Pubblicato in news nazionali

Si stringe il cerchio attorno alla cessione degli asset italiani di Gas Natural Fenosa. Il management dell’azienda, supportato dall’advisor Rothschild, avrebbe infatti definito la short list dei candidati dopo aver vagliato una decina di offerte non vincolanti pervenuta nei giorni scorsi. Secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, tra coloro che saranno ammessi alla data room, figurerebbero Italgas e 2i Rete Gas, che punta alle attività nella distribuzione, come pure la francese Engie e Green Network, focalizzate invece sulla parte relativa alla vendita con la seconda che si sarebbe anche impegnata a mantenere la sede in Puglia e a incrementare l’attuale livello occupazionale locale. In corsa ci sarebbero poi anche due fondi del Far East (uno cinese e l’altro giapponese) che avrebbero messo nel mirino l’intero perimetro del “braccio” italiano del gruppo iberico. La tabella di marcia prevede dunque, a stretto giro, il passaggio alla fase successiva con l’obiettivo di ricevere le proposte definitive entro il 22 settembre e chiudere così l’operazione per l’autunno. Sul tavolo ci sono tutte le attività italiane di Gas Natural che fanno capo a quattro realtà: Nedgia, Gas Natural Vendita Italia (Gnvi), Gas Natural Italia e Gas Natural Rigassificazione Italia. Nel pacchetto in vendita, rientra anche il contratto ultraventennale per la fornitura di gas in arrivo dal giacimento di Shah Deniz II in Azerbaijan, che approderà in Italia grazie al Tap (il gasdotto Trans-Adriatico).

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Celestina Dominelli (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]