Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, Mise dichiara cessato lo stato di allarme
04/02/2017 - Pubblicato in news nazionali

Il Mise ha dichiarato cessata l'allarme sul sistema gas, dichiarata lo scorso 9 gennaio in corrispondenza dell'ondata di freddo che ha interessato il Paese in quei giorni, è quanto si legge in una nota di Snam Rete Gas agli utenti del sistema di trasporto dello scorso 1 febbraio. "Snam Rete Gas informa che il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato la cessazione dello stato di Allarme (Alert) previsto dal Piano Emergenza in vigore". In occasione della dichiarazione dello stato di Alert il Mise aveva invitato gli importatori ad aumentare le importazioni sfruttando la flessibilità contrattuale o con carichi spot di Gnl allo scopo di contenere i prelievi da stoccaggio. Si tratta di una delle prime misure, catalogate come "di mercato", previste dal Piano di emergenza climatica. Nel mese di gennaio le importazioni di gas russo hanno fatto segnare il secondo massimo storico dopo dicembre 2013 e anche i flussi da Algeria, Libia e Nord Europa sono aumentati sensibilmente. Ciò non ha impedito che i prelievi da stoccaggio rimanessero sostenuti, complessivamente in aumento sul 2016.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]