Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, micro-terremoti e case che crollano nelle terre strappate al mare del Nord
22/12/2015 - Pubblicato in news internazionali

A causare questo movimento sismico, nella provincia di Groninga, sarebbe lo sfruttamento di uno dei maggiori giacimenti di gas naturale del pianeta. Il bacino si trova a tremila metri di profondità, le risorse valgono un business miliardario. Secondo molti attivisti che si stanno battendo contro le pratiche di estrazione, ad essere colpevole dei movimenti sismici è la Nam, compagnia olandese di proprietà di Shell e ExxonMobil, che negano gli effetti collaterali delle estrazioni.

Fonte: La Repubblica

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]