Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gas “made in Usa” sbarca anche in Italia. Servirà per l’inverno
03/12/2016 - Pubblicato in news nazionali

Per la prima volta lo shale gas americano arriva in Italia. Il primo carico sotto forma di gas naturale liquefatto (GNL) era atteso per lo scorso fine settimana a Livorno ed è diretto a metterci al sicuro da eventuali emergenze invernali, come improvvisi picchi di domanda dovuti al freddo o situazioni di crisi come erano state in passato le “guerre del gas” tra Russia e Ucraina. Ad annunciare la notizia è Uniper, che superando altri otto concorrenti ha vinto la gara per il cosiddetto servizio di peak shaving indetta da Offshore Lng Toscana (Olt), il rigassificatore galleggiante ormeggiato a Livorno, individuato come infrastruttura strategica, destinata proprio a garantire la sicurezza del sistema di approvvigionamento del gas. La società tedesca ha deciso di assolvere all’obbligo della consegna con gas “made in Usa”: un carico di 105 mila metri cubi di Gnl proveniente dall’impianto di Sabine Pass, in Louisiana.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]