Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, Italia alla finestra nella disputa Mosca-Kiev
19/12/2019 - Pubblicato in news internazionali

Se, come nel 2009, la disputa energetica tra Mosca e Kiev provocherà lo stop momentaneo delle forniture di gas in Europa, è ancora presto per dirlo. Ma certo l’Italia guarda con attenzione alla ripresa dei colloqui tra i due Paesi oggi a Berlino. L’accordo tra le due sponde scade il 31 dicembre, ma la strada non è semplice per le note tensioni su cui si innesta anche lo scontro tra Germania e Russia da un lato, e Usa dall’altro, sul raddoppio del Nord Stream. Se si arriverà al muro contro muro, però, l’Italia rischia di essere il paese più impattato perché il gas di Mosca copre oltre il 40% del nostro import totale. Per questo motivo il Governo, e in particolare il Mise, sta studiando possibili contromisure. Come in passato, saranno preziosi gli stoccaggi che in Italia sono più abbondanti che in Europa. Inoltre, Snam si starebbe già coordinando con trasportatori e importatori di gas per massimizzare import e rotte alternative (in primis Algeria).

Fonte: Il Sole 24 Ore – red. (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]