Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, Francia e gelo trainano i consumi italiani: +22%
02/02/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L'effetto combinato di gelo e crollo delle importazioni di elettricità per i problemi al nucleare francese hanno spinto i consumi italiani di gas di gennaio a livelli record, segnando il secondo dato mensile più alto di sempre. E' quanto emerge dal servizio mensile su domanda e offerta gas della Staffetta Quotidiana. La pagina contiene elaborazioni sui dati di Snam Rete Gas e del ministero dello Sviluppo economico ed è curata da Agata Gugliotta del Rie, Gionata Picchio e Antonio Sileo. A gennaio i prelievi di gas italiani sono balzati ai massimi dal 2006, segnando il secondo dato mensile più alto di sempre grazie alla spinta impressa ai consumi civili dall'ondata di neve e gelo e, a quelli termoelettrici, dalle tensioni sul sistema elettrico francese, per la combinazione di picco invernale dei consumi e ridotta offerta nucleare. Secondo le elaborazioni, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 11.123,1 mln di mc di gas, in aumento del 22,2% sullo stesso mese del 2016 e del 28% sul 2015. Crescono anche le erogazioni nette dagli stoccaggi, in aumento del 9,8% a 3.671,3 mln mc (+14,6% sul 2015). A livello cumulato dall'inizio della stagione invernale le erogazioni nette dalle scorte si attestano a 7.569,5 mln mc in aumento del 23% sullo stesso periodo dell'inverno precedente e del 24% su quello di due anni fa. Continua intanto il calo della produzione nazionale che si ferma a 492,5 mln mc (-4,3% sul 2016 e -12,2% sul 2015).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]