Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gas, economico e green, affossa il carbone
18/01/2020 - Pubblicato in news internazionali

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa., scacciato dall’avanzato delle rinnovabili e del gas. La svolta è stato il rally dei diritti per l’emissione di Co2, il cui prezzo è salito stabilmente sopra 20 euro per tonnellata, spingendosi fino a sfiorare i 29 d’estate. Allo stesso tempo l’eccesso di gas sul mercato – figlio soprattutto dell’enorme aumento di produzione negli Usa – ne ha fatto crollare le valutazioni: il prezzo medio è sceso del 40% a 13,50 euro/Mwh, il minimo da 15 anni. Le centrali a gas sono diventate più competitive di quelle a carbone e persino di quelle a lignite in estate. In Europa c’è stato un significativo passaggio da una fonte all’altra. Si stima che la generazione a carbone l’anno scorso dia diminuita del 24% e che quella a gas sia aumentata dell’11%: uno switch che equivale a un taglio della Co2 di ben 42 milioni ti tonnellate, quasi metà delle emissioni italiane. Quest’anno si prevede che il presso medio del gas al Tft scivolerà a 11,65 euro/MWh, sull’onda di un ulteriore aumento dell’offerta di Gnl. Allo stesso tempo, lo svantaggio del carbone dovrebbe aumentare: il suo prezzo- anch’esso crollato del 40% in Europa l’anno scorso – sta risalendo e molti analisti ritengono che il rimbalzo proseguirà. Il trionfo del gas sul carbone è un fenomeno ancora più evidente negli Usa, patria dello shale, così abbondante da registrare prezzi negativi in alcune aree. Nel 2019 lo switch negli Usa è stato di 75TWh.

Fonte: Il Sole 24 Ore- Sissi Bellomo (pag.5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]