Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gare gas, Dialuce: non è più tempo di rinvii
01/07/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

“Se l'obiettivo è spostare in avanti le scadenze, sperando che accada qualcosa che consenta di mandare tutto a monte, ebbene non è più il tempo (...) Bisogna farsene una ragione e procedere”. La considerazione è di Gilberto Dialuce, d.g. per la sicurezza degli approvvigionamenti e le infrastrutture energetiche, oggi al workshop Anci-CRG “Le gare d'ambito: count-down per la pubblicazione dei bandi”. L'incontro è stata l'occasione per fare il punto alla vigilia della prima scadenza, dell'11 luglio. Che, non avendo l'Autorità a tutt'oggi ricevuto, a quanto risulta, alcun bando dalle stazioni appaltanti, trascorrerà come previsto senza alcuna pubblicazione, che non sembra plausibile prima di fine dell'anno. I rappresentanti dei comuni hanno evidenziato le difficoltà a partire, auspicando anche nuove correzioni regolamentari e normative. Dialuce ha spiegato che il decreto di aggiornamento dei criteri di gara è all'esame di Corte dei conti e ministero di Giustizia e la sua pubblicazione in G.U. “è attesa a giorni”.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]