Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gap da azzerare per le energivore
05/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

La riduzione dei costi energetici sul sistema produttivo resta un obiettivo storico non centrato. La nuova Strategia energetica nazionale che il governo intende adottare più o meno in coincidenza con il G7 energia di aprile è un'occasione importante. Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha già detto di voler dare attuazione alla Strategia con un decreto legge, di certo bisognerà mettere in atto i propositi fin qui enunciati. In primis si dovrebbe garantire l'annullamento del gap del prezzo del gas: oggi il differenziale tra Psv (prezzo di scambio sul mercato italiano) e Ttf (mercato «benchmark» olandese) è intorno al 13 per cento. Il governo, dopo un lungo stallo, è riuscito a sbloccare con Bruxelles agevolazioni per 1,2 miliardi destinate a circa 3mila imprese ad alto consumo energetico (erogazioni relative al periodo 2013-2015). Ma bisogna rivedere il sistema di aiuto per gli energivori con un nuovo schema che dovrà entrare in vigore nel 2018: si tratta di circa 3.000 imprese che occupano 550–600 mila lavoratori diretti.

Fonte: Il Sole 24 Ore- Red. (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Non sono Eni e Total, la Libia fa accordi in Usa e Germania

La compagnia petrolifera libica Noc è riuscita comunque ad inaugurare la sua prima sede internazionale, a Houston.
[leggi tutto…]

Tariffe gas Germania, Crippa: “Rischio alterazione concorrenza”

Il Governo prende posizione sulla spinosa questione della tariffe di trasporto gas tedesche
[leggi tutto…]

Trasporto gas, Francia proroga tariffe ai punti di interconnessione

L'authority francese per l'energia, Cre, ha stabilito di prorogare di sei mesi la validità delle tariffe di trasporto gas ai punti di interconnessione delle reti transalpine di GRTgaz e Terega (Snam)
[leggi tutto…]