Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Il futuro è nel gas e nelle rinnovabili”

Claudio Descalzi, amministratore delegato del gruppo energetico Eni, ieri pomeriggio al Teatro Odeon di Firenze, di fronte a 700 studenti delle scuole superiori che partecipano al progetto dell’Osservatorio permanente Giovani-Editori guidato da Andrea Ceccherini ha ribadito che è fondamentale fermare il cambiamento climatico globale e dunque le emissioni in atmosfera; è necessario ridurre l’uso dell’inquinante carbone e puntare sulle energie rinnovabili; bisogna fare in modo che Paesi ricchi di energia come l’Africa non la esportino tutta, alimentando il gap tra chi ha e chi non ha risorse. Proprio con riferimento all’Africa ha affermato che si tratta di «Un Paese in cui mancano cibo e benessere ma ci sono gas, petrolio e sole che però non creano sviluppo». Con un risultato paradossale, secondo il manager: l’Africa è diventata sempre più povera, ma anche l’Europa che importa energia si è indebolita, perché ha speso moltissimo in rinnovabili, ha aumentato l’uso del carbone e diminuito quello del gas. Tutto il contrario di quello che Descalzi professa come strategico: «Il futuro è nel gas e nelle rinnovabili, dobbiamo avere politici coraggiosi che puntano su queste due fonti energetiche per non pregiudicare il futuro». Invece finora è stata scelta la fonte energetica più economica: e siccome i prezzi del carbone e delle fonti fossili sono scesi, il mercato libero ha spinto la risorsa meno costosa.

Fonte: Il Sole 24Ore – Red. (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]