Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Frena il commercio di carbone
08/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Al di là dei confini nazionali, il carbone continua a fare da traino alla produzione di energia elettrica con una quota del 40% (contro il 20% del nucleare e il 17% del gas). Ma, dopo un decennio di crescita al ritmo del 5% annuo, il commercio mondiale di carbone ha tirato il freno segnando un calo del 2,3 per cento. «In questo momento non c’è alcun incentivo per nessuna fonte di approvvigionamento a creare nuova capacità produttiva visto che siamo in presenza di un eccesso, a causa della crisi, che si misura con una stagnazione dei consumi», spiega il presidente di Assocarboni, Andrea Clavarino, che oggi, in occasione del convegno “Sistema elettrico italiano: proposte per la transizione nel post Cop21", fornirà una fotografia aggiornata del settore. Che sconta, chiarisce il numero uno, «una situazione molto simile a quella che sta andando in scena nel comparto petrolifero: cioè che circa la metà della produzione mondiale è in perdita. In America, per esempio, ci sono stati molti fallimenti e anche in Australia stanno soffrendo parecchio tutti coloro che producono carbone per l’energia elettrica».

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Celestina Dominelli (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]