Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa I fondi liquidano e petrolio crolla del 5%
09/03/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’ennesimo aumento delle scorte di greggio negli Usa ha dato il via a liquidazioni da parte dei fondi, che avevano accumulato posizioni rialziste da record, e il prezzo del barile è crollato del 5% ai minimi dell’anno. Dopo aver testato importanti soglie tecniche, che fanno temere ulteriori ribassi, il Brent ha chiuso a 53,11 $/barile, il Wti a 50,28 $. Secondo l’Eia gli stock di greggio sonoi saliti di 8,2 milioni di barili la settimana scorsa, mentre sono calati benzine (-6,6 mb) e distillati (-2,7 mb). Ulteriori pressioni sui prezzi sono arrivate dal dollaro forte.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – red (pag. 32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

0,5 milioni di barili al giorno: è il deficit di offerta di petrolio stimato dall’Aie per il secondo trimestre del 2019

Il mondo si potrebbe trovare senza petrolio.
[leggi tutto…]

L’Italia, tagliata fuori dalle rotte del gas, perde la partita

L’Italia sembra aver già perso l’opportunità di diventare hub del gas.
[leggi tutto…]

Italia-Cina, domani intese per Eni e Snam

"Con Bank of China sarà firmato nella giornata di sabato 23 marzo, un Memorandum of Understanding che rafforza la collaborazione su vari strumenti finanziari tra Eni e Bank of China".
[leggi tutto…]