Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa ExxonMobil rilancia gli investimenti negli Stati Uniti
31/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

Petrolio in recupero e tasse ridotte spingono ExxonMobil ad accelerare gli investimenti, concentrandoli sempre più negli Stati Uniti. La compagnia americana spenderà 50 miliardi di dollari in patri nei prossimi 5 anni. L’annuncio rappresenta un segnale di come la ripresa nel settore petrolifero rischi di essere eccessivamente focalizzata sullo shale oil, che da solo non basterà a soddisfare il futuro fabbisogno di greggio. Exxon vuole aumentare le estrazione nel Bacino di Permian di cinque volte entro il 2025. Exxon non è isolata nella scelta di scommettere sullo shale. La seconda compagnia americane, Chevron, ha indicato di recente che nel 2018 aumenterà del 70% gli investimenti nelle attività di fracking neli Usa, a 4,4 miliardi di dollari. Anche Royal Dutch Shell, che non è americana, punta sulle risorse non convenzionali come maggiori direttive di crescita del prossimo decennio

Fonte: Il Sole 24 Ore, Mercati & Finanza – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]