Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Exxon taglia le collaborazioni con Rosneft
02/03/2018 - Pubblicato in news internazionali

ExxonMobil ha dovuto arrendersi alle sanzioni in vigore, imposte da Usa e Ue alla Russia fin dal 2014 per l’annessione della Crimea, e forse anche a quelle che Washington potrebbe annunciare nelle prossime settimane, per punire Mosca dalle sospette interferenze nel processo elettorale americano .la compagnia energetica, un tempo guidata dall’attuale segretario di stato Tillerson, era tra le più attive in Russia. Ora secondo quanto dichiarato da un portavoce Exxon rinuncerà ad alcune delle joint ventures con il colosso russo Rosneft. La marcia indietro riguarda un progetto nel mar di Kara, oltre il Circolo Polare: settore che rientra in pieno tra quelli colpiti dalle sanzioni. Il progetto congiunto concordato da Rosneft ed Exxon nel 2012 prevedeva di investire fino a 500 miliardi di dollari nello sviluppo delle risorse dell’Artico e del Mar Nero. Con l’avvento delle sanzioni, il governo Usa permise alla compagnia di ultimare alcune perforazioni già avviate nell’Artico, imponendo però una multa di 2 milioni di dollari per aver firmato una serie di accordi nel 2014, a sanzioni già decise.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Antonella Scott (pag. 32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]