Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’export di gas americano al via in piena crisi del Gnl
19/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Cheniere Energy, che ha battuto in velocità tutti i concorrenti, ha messo in moto gli impianti di Sabine Pass, in Louisiana, ed è pronta a spedire all'estero il suo primo carico di Gas naturale liquefatto (Gnl). La nave metaniera, secondo indiscrezioni raccolte dal Wall Street Journal, potrebbe salpare già la settimana prossima, diretta molto probabilmente in America Latina. Ma la festa, prima ancora di cominciare, sembra già rovinata. Le aspirazioni delle compagnie americane, che sull'onda del successo dello shale gas avevano fatto grandi progetti di espansione, si scontrano con una situazione difficilissima sul mercato. Il prezzo del petrolio è crollato di due terzi rispetto al periodo in cui gli impianti di liquefazione erano stati progettati e ha trascinato con sé in ribasso anche quello del gas.

Fonte: Il Sole 24 ore, Finanza & mercati ​

Tag Clouds

 

Ultime notizie

CO2, il balzo dei prezzi dei permessi di emissione nel 2019

Nel 2019 bastava un prezzo della CO2 di meno di 12 euro la tonnellata per rendere più conveniente la generazione a gas rispetto a quella a carbone. Nel 2019 il “prezzo” della CO2 (dei permessi Ets) è stato molto più alto,
[leggi tutto…]

Di Maio e tariffe gas Austria, interrogazione di Leu e +Europa a Conte

È urgente e fondamentale capire esattamente quale sia la posizione che il Governo italiano intende assumere rispetto al tema costi di importazione del gas naturale da altri paesi dell'Unione europea
[leggi tutto…]

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]