Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, al via la prima spedizione di Gnl dal campo di Jangkrik
23/06/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il campo di Jangkrik, nelle acque profonde dell’Indonesia, accende ufficialmente i motori: ieri l’Eni ha infatti effettuato la prima spedizione di gas naturale liquefatto (Gnl) prodotto nell’area. Il carico, da oltre 22mila metri cubi, è partito dall’impianto di liquefazione di Bontang, nell’East Kalimantan, con destinazione Bali, dove sarà consegnato come parte del contratto di fornitura di Gnl, firmato nel 2015, dal gruppo con Pt  Pertamina (Persero), l’azienda statale indonesiana. «Jangkrik è un progetto sviluppato con un eccellente time-to-market, in anticipo rispetto a quanto annunciato- ha commentato il numero uno Claudio Descalzi - che sfrutta le sinergie con l’esistente terminale di Bontang e con altre scoperte a gas limitrofe. Queste potranno essere messe in produzione inserendole nella catena di valore già esistente». Il campo indonesiano rappresenta un’ulteriore conferma dell’efficacia della strategia di esplorazione “near field”, voluta fortemente da Descalzi, che punta su attività a elevato valore che consentono un rapido sviluppo delle scoperte attraverso le infrastrutture esistenti. Proprio sfruttando questa linea, Eni è riuscita a far partire Jangkrik con un tempo di commercializzazione di soli tre anni e mezzo dalla decisione di investimento finanziario. Il gas prodotto, dopo essere stato trattato a bordo della Fpu “Jangkrik”, viene dunque inviato a un impianto di ricezione a terra per poi raggiungere, attraverso il sistema di trasporto dell’isola di East Kalimantan, l’impianto di liquefazione di Bontang.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza&Mercati – Celestina Dominelli (pag. 20)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Un pieno di idrogeno

Spinta sull’idrogeno, decisivo a decarbonizzare il mondo
[leggi tutto…]

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]