Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, via libera dagli Usa per esplorazione in Alaska
30/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Eni compie un passo avanti nell’Oceano Artico e dopo aver portato a casa, nel luglio scorso, il disco veder del Bureau of Ocean Energy Management, incassa ora anche l’ok del Bureau of Safety and Environmental Enforcement e si accinge a far partire i lavoro di esplorazione petrolifera in Alaska sfruttando la svolta sui combustibili fossili annunciata dall’amministrazione Trump. Descalzi punta a perforare fino a quattro pozzi nel mare di Beaufort, da un’isola artificiale chiamata Spy Island che si trova nelle acque statali dell’Alaska. Eni diventa così la prima società autorizzata a rinvenire l’oro nero nelle acque dell’Alaska dal 2015. Lavorare a  certe latitudini non è semplice e altre compagnie come la Royal Dutch Shell e la Chevron hanno già sperimentato tutte le difficoltà nel trivellare in aree complesse.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 51)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]