Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, via libera dagli Usa per esplorazione in Alaska
30/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Eni compie un passo avanti nell’Oceano Artico e dopo aver portato a casa, nel luglio scorso, il disco veder del Bureau of Ocean Energy Management, incassa ora anche l’ok del Bureau of Safety and Environmental Enforcement e si accinge a far partire i lavoro di esplorazione petrolifera in Alaska sfruttando la svolta sui combustibili fossili annunciata dall’amministrazione Trump. Descalzi punta a perforare fino a quattro pozzi nel mare di Beaufort, da un’isola artificiale chiamata Spy Island che si trova nelle acque statali dell’Alaska. Eni diventa così la prima società autorizzata a rinvenire l’oro nero nelle acque dell’Alaska dal 2015. Lavorare a  certe latitudini non è semplice e altre compagnie come la Royal Dutch Shell e la Chevron hanno già sperimentato tutte le difficoltà nel trivellare in aree complesse.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 51)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Nord Stream, gli Usa estendono le sanzioni

Il dipartimento di Stato Usa ha esteso martedì il raggio delle sanzioni americane al progetto di gasdotto Nord Stream II
[leggi tutto…]

Idrogeno, Patuanelli punta sul tubo

A parte il colore , uno dei punti di frizione sulla questione degli incentivi per lo sviluppo dell'idrogeno è quella del trasporto
[leggi tutto…]

Gas, col rally dei prezzi olandesi l'Italia esporta (poco: 6 mln mc)

Con la corsa delle quotazioni del gas al Ttf olandese, che come già visto hanno superato in ottobre quelle italiane per diversi giorni, si sono visti anche piccoli quantitativi di gas esportati dall'Italia in direzione del Nord Europa
[leggi tutto…]