Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni si tiene la chimica
16/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Eni non prevede né aggregazioni né cessioni nell’attività della chimica. Descalzi ha fornito indicazioni sulla cessione del 25% dell’Area 4 in Mozambico a ExxonMobil, operazione ritenuta importante perché Eni è riuscita a monetizzare, incassando 2,8 miliardi di dollari in anticipo rispetto all’inizio della produzione con una grossa plusvalenza. Descalzi sottolinea come tutti in questo momento vendono asset produttivi mentre Eni vende asset esplorativi, e vengono venduti alle prime società petrolifere del mondo: ExxonMobil, Bp, Cnpc e Rosneft

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag. 37)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]