Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni svaluta gli asset in Venezuela
10/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

Pdvsa, campione del petrolio  venezuelano, ha debiti per oltre 20 miliardi di dollari. Il paese è allo stremo. I beni di prima necessità scarseggiano da quando i proventi del greggio si sono dimezzati. I partner stranieri seguono con preoccupazione gli sviluppi e lo stato di salute di Pdvsa: tra questi Eni e Saipem. Il gruppo guidato da Descalzi non ha subito stop e sta lavorando alle perforazioni nel giacimento di olio pesante Junin 5 (Eni ha il 40%) e nella Faja dell’Orinoco nel blocco Cardon IV (Eni ha il 50%). Eni si vuole tutelare: se in Venezuela il banco dovesse saltare, Eni potrebbe rivalersi sulle quote di produzione dei partner in default o subentrare nei diritti. Il management di Eni annota che è possibile che nei futuri bilanci il gruppo possa incorrere in nuove perdite su tali esposizioni.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]