Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni svaluta gli asset in Venezuela
10/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

Pdvsa, campione del petrolio  venezuelano, ha debiti per oltre 20 miliardi di dollari. Il paese è allo stremo. I beni di prima necessità scarseggiano da quando i proventi del greggio si sono dimezzati. I partner stranieri seguono con preoccupazione gli sviluppi e lo stato di salute di Pdvsa: tra questi Eni e Saipem. Il gruppo guidato da Descalzi non ha subito stop e sta lavorando alle perforazioni nel giacimento di olio pesante Junin 5 (Eni ha il 40%) e nella Faja dell’Orinoco nel blocco Cardon IV (Eni ha il 50%). Eni si vuole tutelare: se in Venezuela il banco dovesse saltare, Eni potrebbe rivalersi sulle quote di produzione dei partner in default o subentrare nei diritti. Il management di Eni annota che è possibile che nei futuri bilanci il gruppo possa incorrere in nuove perdite su tali esposizioni.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Aramco fa incetta di gas americano

L’Arabia saudita, tra i maggiori esportatori al mondo di petrolio, non disdegna il gas americano
[leggi tutto…]

Tariffe gas Germania e Francia, l’Italia scrive a Bruxelles

Una valutazione urgente sulla coerenza dei regimi tariffari adottati da Germania e Francia rispetto alla metodologia Ue in materia di tariffe armonizzate del gas
[leggi tutto…]

Non sono Eni e Total, la Libia fa accordi in Usa e Germania

La compagnia petrolifera libica Noc è riuscita comunque ad inaugurare la sua prima sede internazionale, a Houston.
[leggi tutto…]