Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni e Shell pronte a tornare in iran
26/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

In scia all'Eni , anche Shell e altre compagnie petrolifere occidentali stanno rimettendo in piedi i negoziati con l'Iran, riannodando il filo che era stato spezzato dalle sanzioni.  A dare conto del ritorno di fiamma verso il petrolio di Teheran è stato ieri il Financial Times, ripreso da MF. Shell starebbe negoziando con l'Iran per investire di nuovo nelle risorse petrolifere del Paese, ma, come nel caso di Eni , il via libera vero e proprio arriverà non solo dopo il ritiro delle sanzioni ed esclusivamente se l'Iran modificherà le condizioni contrattuali per l'esplorazione e lo sviluppo dei giacimenti. Claudio Descalzi, amministratore delegato dell'Eni , si era già recato a Teheran a inizio maggio, ma in quel caso la visita aveva anche un altro scopo: sbloccare circa 800 milioni di euro di crediti commerciali ancora incagliati per l'embargo all'Iran.

Fonte: MF

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]