Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni e Shell pronte a tornare in iran
26/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

In scia all'Eni , anche Shell e altre compagnie petrolifere occidentali stanno rimettendo in piedi i negoziati con l'Iran, riannodando il filo che era stato spezzato dalle sanzioni.  A dare conto del ritorno di fiamma verso il petrolio di Teheran è stato ieri il Financial Times, ripreso da MF. Shell starebbe negoziando con l'Iran per investire di nuovo nelle risorse petrolifere del Paese, ma, come nel caso di Eni , il via libera vero e proprio arriverà non solo dopo il ritiro delle sanzioni ed esclusivamente se l'Iran modificherà le condizioni contrattuali per l'esplorazione e lo sviluppo dei giacimenti. Claudio Descalzi, amministratore delegato dell'Eni , si era già recato a Teheran a inizio maggio, ma in quel caso la visita aveva anche un altro scopo: sbloccare circa 800 milioni di euro di crediti commerciali ancora incagliati per l'embargo all'Iran.

Fonte: MF

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, col rally dei prezzi olandesi l'Italia esporta (poco: 6 mln mc)

Con la corsa delle quotazioni del gas al Ttf olandese, che come già visto hanno superato in ottobre quelle italiane per diversi giorni, si sono visti anche piccoli quantitativi di gas esportati dall'Italia in direzione del Nord Europa
[leggi tutto…]

Aggiornamento legislativo 10-16 ottobre 2020

Monitoraggio legislativo
[leggi tutto…]

La Russia rilancia la proposta di una Opec del gas

Un’Opec anche per il gas, che consente ai grandi produttori di coordinarsi per tagliare l’offerta e sostenere i prezzi.
[leggi tutto…]