Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni scopre in Norvegia pozzo da 50 milioni di barili
04/07/2017 - Pubblicato in news internazionali

Eni ha effettuato una nuova scoperta attraverso il pozzo 7219/9-2, perforato in 336 metri d’acqua, sul prospect denominato Kayak, di cui l’operatore Statoil detiene il 50%, Eni il 30% e Petoro il 20%. Il pozzo si trova a circa 23 chilometri a sud-ovest di quello di scoperta di Johan Castberg, a circa 226 chilometri a nord ovest di Hammerfest, in Norvegia. Le stime preliminari delle dimensioni della scoperta sono tra 100 e 180 milioni di barili di olio in posto, di cui 25-50 milioni di barili di olio recuperabile. Nel pozzo sono state condotte accurate acquisizioni di dati e campionamenti dei fluidi. La scoperta di Kayak rappresenta un altro importante risultato della strategia near field di Eni che, in caso di successo, consente lo sfruttamento delle riserve grazie alle sinergie con le future infrastrutture produttive.

Fonte: MF – Francesca Gerosa (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Terna, piano da 6,2 miliardi per potenziare la rete

Con la rotta puntata sulla rete elettrica nazionale, chiamata a supportare il ruolo dominante nella transizione energetica, Terna è pronta a investire 6,2 miliardi nei prossimi cinque anni per accompagnare l’infrastruttura lungo la strada del
[leggi tutto…]

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]