Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni scommette sui nuovi contratti
16/07/2015 - Pubblicato in news nazionali

L'accordo sul nucleare in Iran porterà alla progressiva eliminazione delle sanzioni e l'Eni sta prendendo in considerazione di tornare a investire nel Paese. E' quanto dice un portavoce della compagnia petrolifera italiana. L'accordo è un'importante pietra miliare. Qualora le sanzioni dovessero essere tolte e il governo iraniano presenti uno schema contrattuale più favorevole in linea con gli standard internazionali, Eni prenderà in considerazione di investire ancora nel Paese", dice il portavoce. Anche a livello istituzionale, la riapertura dell'Iran è vista come una buona occasione per le imprese italiane. L'accordo con l'Iran rappresenta, per l'Italia, "la possibilità di riaffacciarsi con tutta la potenzialità del suo sistema imprenditoriale su un mercato importantissimo che conta oggi quasi 80 milioni di potenziali consumatori". Ha detto il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, che spera di "poter presto riprendere un percorso di collaborazione bilaterale, anche attraverso una nostra missione economica e imprenditoriale che contiamo di organizzare fin dalle prossime settimane".

Fonte: Il Sole 24 ore 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]