Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni scommette sull’ambiente “Dimezzeremo le emissioni”
29/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

«Garantire efficienza energetica riducendo l’impatto sull’ambiente, attraverso minori emissioni di carbonio». Lo spiega Francesco Gattei, vice presidente opzioni strategiche e investor relation di Eni nel corso dell’intervento alla prima edizione di Singularity Italy Summit. «Eni punta all’efficienza energetica - ha detto Gattei - l’impegno è quello di ridurre del 50% le emissioni per ogni barile prodotto. Vogliamo, dunque, continuare a produrre combustibili fossili come il petrolio, che al momento sono gli unici a poter garantire la massima efficienza energetica, riducendo le emissioni di carbonio». Questo è possibile, sostituendo il carbone con il gas». Secondo Gattei se si abbandonasse il carbone a favore del gas, si otterrebbe da subito una riduzione del 15% delle emissioni di carbonio nell’atmosfera. Eni fa inoltre ricerca sulle energie rinnovabili. E dato che entro il 2020 tutte le nuove costruzioni dovranno essere realizzate seguendo rigidi criteri di autosufficienza energetica, il gruppo guidato da Claudio Descalzi ha sponsorizzato un progetto sperimentale di edificio autosufficiente con concentratori solari luminescenti e pannelli fotovoltaici flessibili.

Fonte: Il Giornale – MC (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]