Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni riaccende le trivelle in Tunisia
20/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Eni ha ripreso l’attività esplorativa in Tunisia, nel deserto del Sahara, circa 700 chilometri a sud di Tunisi. La compagnia petrolifera italiana ha concluso le operazioni sul pozzo di scoperta Laarich Est-1 nella concessione Mld di cui possiede il 50%. I test di produzione hanno evidenziato una capacità di erogazione di circa 2 mila barili al giorno, confermando il buon potenziale della concessione. Intanto le attività di esplorazione in Tunisia proseguono con la perforazione di ulteriori prospect già individuati tramite prospezione geofisica tridimensionale. La produzione Eni in Tunisia è di circa 11mila barili di olio equivalente al giorno. Di recente Eni ha anche fatto il suo ingresso nell’upstream del Montenegro con la firma di un contratto di concessione relativo all’esplorazione di 4 blocchi offshore. “Pensiamo che ci siano delle prospettive sul fronte del gas”, ha dichiarato ieri Claudio Descalzi, amministratore delegato dell’Eni.

Fonte: MF – Francesca Gerosa (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]

Border tax, Ets e neutralità carbonica: le promesse di Von der Leyen

Obiettivo di neutralità climatica al 2050 entro i primi 100 giorni di mandato da presidente: questa la promessa contenuta nelle lettere con cui Ursula von der Leyen chiede l'appoggio dei Socialisti e democratici e ai Liberali di Renew Europe p
[leggi tutto…]

Transitgas, così le cessioni Eni nel quarto trimestre

Nell'ambito delle procedure Eni per la cessione di capacità di trasporto gas dal Nord Europa avviate la scorsa estate per l'anno termico 2018-2019, Eni ha reso noto oggi il numero definitivo di lotti offerti relativamente al 4° trimes
[leggi tutto…]