Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, paga l’effetto mini barili sui conti
29/10/2016 - Pubblicato in news nazionali

A Piazza Affari, a fine seduta, l’Eni ha chiuso a -1,7%, ma a pesare è soprattutto il mini-petrolio che ha impattato anche sulla performance delle altre major, tutte costrette a stringere ulteriormente la cinghia. «Tutte le variabili registrano un trend negativo senza alcun andamento antifasico – prosegue Descalzi -: il prezzo dell’olio è calato del 10%, come pure il margine di raffinazione, e lo stesso è avvenuto per il gas. Abbiamo poi dovuto scontare il fermo per 5 mesi della produzione in Val D’Agri e anche la Nigeria, in cui abbiamo perso 30 mila barili, ha inciso negativamente. Ciò nonostante, siamo riusciti a generare cassa in tutti i business: non solo nell’upstream che ha tenuto benissimo spinta dal riavvio della Basilicata e di Goliat, nonché dalla ripresa di Kashagan, ma anche nel gas & power dove il Fcf (free cash flow) è stato di 450 milioni nonostante il fattore prezzo, a conferma di un’efficienza intrinseca, e nella raffinazione, arrivata ormai a break even. Senza contare che, anche la chimica, ha centrato il pareggio e, per la prima volta nella sua storia, ha registrato un flusso di cassa netto da attività operativa positivo».

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza e Mercati – Celestina Dominelli (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]